D.mare | numero 61 | dicembre 2020

D.mare | numero 61 | dicembre 2020 - D.MARE.ONLINE

Facciamo brillare… la speranza
“Nella vita talvolta è necessario saper lottare non solo senza paura, ma anche senza speranza”. Nelle parole di Sandro Pertini viviamo questo dicembre così difficile, tra restrizioni, paure, incertezze e tanta voglia di lasciarci alle spalle l’anno orribile 2020 con tutto il suo carico di dolore. Facciamo sì che questo dicembre permetta alla speranza, ovunque riusciamo a trovarne, di brillare ancora. Noi la troviamo nei camici bianchi, gli eroi silenziosi in questa pandemia, che attendono la realizzazione dell’ospedale dei bambini Salesi, un progetto ambizioso da 100 milioni, i cui lavori sono in ritardo ma combattono contro il Covid e vanno avanti. E poi gli angeli che assistono i nostri anziani nelle Case di riposo e tutte le azioni promosse dalla Regione Marche per la difesa delle fragilità. Dedicheremo un ampio spazio a tutte quelle persone che sacrificano le festività e il tempo con i loro cari per assicurarci soccorso, sicurezza e servizi: dai sanitari alle forze dell’ordine a tutte quelle categorie normali ma che in realtà sono speciali, diciamo grazie, ora più che mai. Speranza è anche sostenere il commercio locale: nello speciale inserto dedicato ai regali vi facciamo conoscere attività artigianali, botteghe e negozi di Jesi, Ancona 
e Montemarciano. Parleremo di arte e di cinema attraverso
                                                                               i personaggi di casa nostra la cui carriera risplende nel
                                                                               mondo. Non c’è speranza senza cuore: nella rubrica
                                                                               delle “buone notizie” vi raccontiamo belle storie di
                                                                               solidarietà, di aiuto e di coraggio. La nostra navigazione
                                                                               continua augurandoVi di tenere sempre
                                                                               accesa la speranza nel vostro cuore, tutto questo
                                                                               buio finirà. Buon 2021! ta.fre.

Numero 61 Numero 61 [4.153 Kb]

D.mare | numero 60 | novembre 2020

D.mare | numero 60 | novembre 2020 - D.MARE.ONLINE

Oltre i propri limiti
Novembre si apre all’insegna di un’incertezza generale, come se la Nazione stesse trattenendo il fiato e contando lentamente. C’è da pensare, c’è da aspettare. Il nostro novembre guarda avanti, oltre quei limiti che noi stessi ci imponiamo per paura, ritrosia, prudenza. Gettiamo il cuore oltre l’ostacolo puntando forse, finalmente, sulla ricostruzione delle zone terremotate per le quali c’è un progetto da 5 miliardi. Superiamo il limite della tradizione e della storia con la scommessa del vignettista Cassio Morosetti che lascia in eredità al Comune di Jesi 2 milioni pur di far tornare la piazza della Repubblica come originariamente era: con la fontana dei leoni al centro. Limiti che sono imposti dalla nostra stessa ritrosia di parlare di noi stessi e delle idee, anche se si tratta di progetti innovativi come il libro “Chiamatemi Federichino!”. Superano il limite della propria vergogna a chiedere aiuto le 500 famiglie bisognose che attingono all’Emporio della Solidarietà di Osimo e quelli che, dopo anni e anni di cucina tradizionale e radicata, cliccano in rete e seguono le ricette della nutrizionista di Coldiretti protagonista di un nuovo format a km zero. Nell’incertezza e nell’attesa, vi regaleremo il tempo sospeso del teatro e della danza, di spettacoli che combattono per vivere contro decreti e platee
                                                                               obbligatoriamente semi vuote. Il limite della storia e della
                                                                               leggenda impresso nelle grotte sotterranee di Osimo
                                                                               che hanno affascinato persino la BBC o quelli del rischio per
                                                                               la salute, dell’Università di Macerata che non si arrende al
                                                                               virus e anzi aumenta le iscrizioni. Non hanno limiti la
                                                                               creatività, l’arte, la musica, la passione che vi raccontiamo
                                                                               attraverso i nostri protagonisti di questo viaggio.
                                                                               Superiamo il limite dell’ignoto e andiamo. • ta.fre.

Numero 60 Numero 60 [3.639 Kb]

D.mare | numero 59 | ottobre 2020

D.mare | numero 59 | ottobre 2020 - D.MARE.ONLINE

Memento Audere Semper
“M emento Audere Semper”, ricordiamoci di essere sempre audaci, perché l’essenziale nella vita è il coraggio di provarci. In questo viaggio autunnale, parliamo davvero di coraggio. Con il Covid-19 che torna prepotentemente, c’è eppure chi va avanti e butta il cuore oltre l’ostacolo. Le Amministrazioni comunali, come quella di Ancona, che in questo momento difficile si lanciano eppure nel restyling di una parte molto importante e popolosa del capoluogo come il quartiere Archi iniziando dei lavori che dovrebbero rendere quella zona più vivibile e appetibile. Il coraggio delle produzioni teatrali, di riportare il pubblico in sala con cartelloni di teatro ragazzi, produzioni liriche e di prosa post Covid. Il coraggio di ammettere ciò che siamo: giornalisti, che si confrontano sul tema della salute e delle sempre più infide fake news nel Festival del Giornalismo culturale di Urbino. Poi c’è l’audace petite terrible Claudia Rossi, la skipper anconetana che ingoia le lacrime per la sua imbarcazione andata distrutta in un violento incendio al porto ma tuttavia va avanti e torna a regatare nella categoria J/70 e in una nuova destinata a diventare disciplina olimpica. Il coraggio è anche quello dei nostri grandi artisti, i figli del cinema e del teatro nati nelle Marche e che hanno avuto l’ardire di lasciare questa terra
                                                                               meravigliosa per conquistare il successo nel mondo: ve li
                                                                               faremo conoscere attraverso la nuova rubrica “Stelle di
                                                                               Marca”. In questo viaggio avventuroso vi parleremo anche
                                                                               di ritorno a scuola, di consigli su come far stare bene i
                                                                               nostri ragazzi e su come migliorare la nostra salute con
                                                                               l’attività fisica. Vi racconteremo di sport e del coraggio di
                                                                               provarci. Seguiteci. • ta.fre.

Numero 59 Numero 59 [3.566 Kb]

D.mare | numero 58 | ottobre 2020

D.mare | numero 58 | ottobre 2020 - D.MARE.ONLINE

Mollate gli ormeggi
Mollate gli ormeggi, veleggiate verso il futuro, pronti alla nuova avventura. Settembre si apre con una festa del mare e di chi lo ama, con la Regata del Conero, uno spettacolo di vele bianche che emoziona e fa battere il cuore. Nel nostro speciale inserto vi raccontiamo la storia della regata e anche un po’ la storia di Marina Dorica… e sempre nel cuore del porto di Ancona, in quella parte nobile dove il  sudore e la fatica del lavoro manuale oltrepassano il confine dell’arte, incontriamo il maestro d’ascia Carlo Vitali solitamente impegnato a restituire vita agli scafi in resina e ora alle prese con il restauro di diciotto cavalli dell’artista contemporaneo Mimmo Paladino, per una grande mostra a Piacenza. Mollare gli ormeggi è lasciarsi guidare dal nostro saper fare, dall’intraprendenza e la voglia di misurarsi con noi stessi. Sono questi gli elementi alla base della mostra sulla Crittografia degli studenti del Poliarte, che certamente susciterà grande curiosità. Così come sono di forte interesse gli studi, le scoperte e gli sguardi del nostro critico Rodolfo Bersaglia che ci accompagna alla scoperta delle bellezze della nostra regione. Intraprendenza e scelte per la collettività: vi racconteremo dell’evoluzione dell’elisoccorso nelle Marche, che da settembre effettuerà anche voli notturni.
                                                                               Un grosso passo avanti per il soccorso del 118. Ed è
                                                                               intraprendente e giovanissimo Edoardo Del Cadia,
                                                                               promessa del basket mondiale, che da Senigallia è
                                                                               volato in Usa, con tanti sogni e l’eredità di un papà
                                                                               che di canestri ne ha fatti tanti, nello sport e nella
                                                                               vita. Sogni a occhi aperti con la nuova rubrica
                                                                               dedicata ai maestri del cinema, ai protagonisti e alle
                                                                               stelle made in Marche. • ta.fre.

Numero 58 Numero 58 [4.111 Kb]

D.mare | numero 57 | luglio/agosto 2020

D.mare | numero 57 | luglio/agosto 2020 - D.MARE.ONLINE

Viaggia, scopri, vivi.
E soprattutto ama. Ci piace dedicare il pensiero di questa nuova avventura a cavallo tra luglio e agosto proprio all’amore, indistintamente che sia per la scoperta dei luoghi, per la libertà di muoversi, per la rinascita di sé stessi o amore per gli altri. Un sentimento universale che tuttavia appare sempre più estinto, spento dalla paura dell’ignoto, del tentare, di farsi male o mettersi in gioco. Non è così per noi che facciamo salire a bordo un’illustre penna e ripartiamo insieme al professor Bersaglia, docente e scrittore, verso la scoperta di luoghi, di arte, misteri e cultura serbati nello scrigno del nostro territorio, per un viaggio che non ha bisogno di troppa distanza ma solo di intraprendenza e curiosità. Non abbiamo paura di presentare uomini e donne capaci di amare il prossimo e di mettersi a disposizione, perché siamo quello che facciamo: la dottoressa Cesaroni, life mental coach, ci prende per mano per un viaggio di riscoperta delle nostre potenzialità; il cestista Alessandroni ci fa capire che essere al servizio delle persone è la partita più importante della vita. Il nostro viaggio ci porta a visitare luoghi conosciuti in cui ci sentiamo protetti e a guardare alla vita con amore, anche quando essa si spegne. E’ stato così per una ragazza di 29
anni uccisa in un incidente, ma la cui memoria continua
                                                                               grazie a chi ha amato la sua voglia di vivere a colori
                                                                               e di studiare. La sua università ha donato ai genitori
                                                                               una laurea alla memoria di Pegah e noi vi raccontiamo
                                                                               la sua storia, perché ogni viaggio ha una sua
                                                                               destinazione in questa vita o in un’altra. • ta.fre.

Numero 57 Numero 57 [2.703 Kb]
D.MARE.ONLINE

Visita la nostra pagina Facebook per notizie ed aggiornamenti

 

Direttore responsabile
Talita Frezzi
frezzi.talita@gmail.com

Progetto grafico e art direction
Sergio Giantomassi 

Per informazioni commerciali
Cristina Cognini
cristina.cognini@gmail.com